Postato il

Micro lividi
 
 Certo, l’e-mail è comoda, economica, facile, veloce e permette di mantenersi in contatto, senza troppe difficoltà, anche con persone lontane. Però oggi mi sono ritrovato a scrivere una lettera canonica con carta riciclata, penna stilografica caricata a inchiostro viola scuro (marchio di fabbrica del sottoscritto), busta verde ruvida e… non c’è proprio paragone, anche il lieve dolore alla mano che ho mi sembra poetico… c’è qualcosa di viscerale di intimo, anche nello sporcarsi le dita… nel fare tutti quei gesti che vanno dallo scegliere la carta da lettere, allo scrivere, all’imbucare la missiva, in certi casi non me la sento proprio di rinunciarci….
 La tecnologia migliora la vita, ma la priva di fascino??
Annunci

Un pensiero riguardo “

    MorganaLaPazza ha detto:
    2 luglio 2006 alle 15:45

    Sei il poeta dell’ eleganza decadente ^_^

    Quante volte hai sorriso ultimamente? Mi manca saperlo…Ti voglio bene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...