Postato il

Unholy
 
 Gli Unholy sono (erano) uno dei gruppi storici della Finlandia, vi basti sapere che il loro esordio su demo è del 1989, allora si facevano chiamare Holy Hell ed il loro sound era una sorta di ibrido malevolo tra doom e black metal. Per giungere ai loro dischi meglio riusciti, secondo il sottoscritto, occorre però aspettare qualche anno infatti è nel 1998 che i nostri danno alle stampe (per la nostrana Avantgarde rec.) “Rapture” un disco che può tranquillamente permetterci di usare il termine “creatività” per un disco di doom metal. L’intro-canzone “Into cold light” si presenta molto ossessiva ed ipnotica, un passaggio obbligato per accedere alla magnificenza che ci aspetta nelle canzoni successive, quasi un esame di ingresso che pare dirci “se resistete a questa il disco fa per voi”. Ho riascoltato quest’album durante un’ escursione sotto la neve e posso assicurare che la fascinazione che ne ho ricavato è stata veramente notevole, dopo “Into cold light” parte “Petrified spirits” e l’oscurità sembra avvolgere ogni cosa, la voce veramente brutale, le chitarre pastose ma taglienti come il ghiaccio, magistrali. In “For the unknown one”si ritaglia spazio la voce femminile di Veera Muhli -che diventerà un membro effettivo della band nel successivo e parimenti bello “Gracefallen” (Avantgarde 1999)- se state pensando a band come Theatre Of tragedy et similia, siete fuori strada, la musica non perde infatti un oncia di oppressione e gelo. Il gelo infatti è la prima cosa che associo a questo disco… lande desolate, freddo, alberi spogli, silenzio e dilatazione ma solo apparente. “Wunderwerk” rappresenta ancora una grande prova per una grande band che ci intrappola ancora nella sua ragnatela magnetica e colma di un fascino sinistro ed ammaliante… c’è ancora spazio per quattro composizioni: “After god” si nutre di desolazione di certezze perdute e di anime in perenne pellegrinaggio sulla terra. “Unzeitgest” è un’immensa meditazione sul tempo che acquista particolare rilevanza in virtù del fatto che è partorita da una doom-band che sembra essere in grado di dilatare e modellare i minuti all’interno dei quali si animano, splendenti di caligine, le loro composizioni al limite della follia. “Wretched” e “Deluge” chiudono quest’album ed il silenzio al termine dell’ultima traccia, mi lascia, nelle orecchie, la sensazione di aver sentito qualcosa che difficilmente risentirò tanto presto, un disco partorito da musicisti che non si limitano a “svolgere il compitino” ma riescono nell’elogiabile impresa di mettersi in gioco più e più volte nel corso di un cd… un vero peccato che dopo “Gracefallen” (del quale consiglio comunque l’ascolto, perché riuscito a sua volta, ma ci vorrebbe un altro post!) la loro storia, a quel punto decennale, sbiadisca…
 
UNHOLY:        -Pasi Äijö: Bass, Vocals and Guitar
  -Ismo Toivonen: Guitars and Keyboard
  -Jan Kuhanen: Drums and Percusssion
 
 
Discografia:   “Trip to depressive autumn” EP
                         (1991 Lethal rec.)
                       “From the shadows”
                        (1993)
                       “The second ring of power”
                        (1994 Avantgarde rec.)
                       “Rapture” (1998 Avantgarde rec.) 
                       “Gracefallen” (1999 Avantgarde rec.)
 
[Originariamente apparso su Ragnarok, al solito un abbraccio alla persona che me li ha fatti scoprire… Grazie Infinite! Sei sempre nei miei pensieri…]
Annunci

2 pensieri riguardo “

    OzzyRotten ha detto:
    4 luglio 2006 alle 19:45

    Il Ragnarok è risorto.

    Sul filo di mjiolnir. Ancora una volta.

    Un saluto, anche se sono un pò assente ultimamente.

    Dal Buio

    Nxero ha detto:
    5 luglio 2006 alle 09:37

    Ma dai! Buono a sapersi… spero vi vada meglio dell’altra volta, se ho tempo passo a dare un’occhiata…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...