Postato il

American Kingdom
 
 L’autore di questo blog è un miserabile. Un perdigiorno, un essere inutile. Uno che non pretende di fare la differenza. Uno che non insegue nulla, che ritiene vacuo il mondo e non ha una gran opinione circa la sua vita e la sua persona… ama la musica, i film e l’arte, poiché ritiene che siano tra i pochi momenti in cui l’uomo si eleva dalla sua miserrima condizione. In sostanza uno che guarda raramente la televisione in “presa diretta” uno che si registra tutto.
 Uno così fa spesso colazione davanti al televideo alle pagine 505 e 514 alla ricerca di programmi da registrare poiché si annoia da morire (la parola magica: NERD!), visto che, con le dovute eccezioni, le persone non riesce proprio a reggerle. Capita che a volte si imbatta in qualcosa di decente, ovviamente programmato oltre l’una di notte (un nome su tutti: fuori orario!), ieri il suo sguardo viene rapito da un telefilm intitolato “kingdom hospital”. Brividi. Forse qualcuno si è finalmente deciso a trasmettere la seconda parte (reperibile da noi solo in dvd di importazione danese con i sottotitoli in inglese… che non ho ancora avuto la fortuna di trovare) del film/serie a puntate di Lars Von Trier, che sta aspettando DA ANNI di poter vedere dopo aver letteralmente adorato il primo capitolo, (ovvero, credo) i primi quattro episodi.
 Non perde tempo e punta il videoregistratore, trepidante.
 Oggi è un giorno funesto. Scopre infatti che non si trattava di ciò che credeva lui. Gli americani hanno fagocitato tutto, anche Riget! Si trattava infatti di un telefilm americano che, intollerabile tristezza, vede lo stesso Von Trier in veste di produttore esecutivo, come pure il coinvolgimento di Stephen King, ovvero il massimo del mainstream patinato, sigh!!! Il prodotto in questione vanta l’abolizione di tutti i colpi di genio che avevano reso unico l’originale, ciò che ne risulta è una versione predigerita e annacquata, della quale evidentemente l’autore necessitava allo scopo di rimpinguare il proprio conto in banca.
 Ora se la suddetta liquidità sarà utilizzata per produrre nuovi film all’altezza (vedasi “le onde del destino”, “dogville” o “manderlay”) ben venga… anche se Von Trier mi sembra sufficientemente affermato da non dover per forza svendere il suo talento in quel modo.
 Comunque vedere un capolavoro del genere trattato da merce provoca un distaccamento repentino degli arti superiori, anche in individui già abbondantemente avvezzi alle delusioni anche pesanti. [sigh!]
 
Nota: in questo post parlo di me stesso in terza persona, come Maradona, in medicina li chiamano sintomi… devo preoccuparmi??? 
Annunci

4 pensieri riguardo “

    drunkprincess ha detto:
    4 agosto 2006 alle 17:49

    ho visto un splendodo Film/documentario di Lars che s’intitola le cinque variazioni. te lo consiglio se ancora non l’hai visto.
    di contro, mi hai fatto passare la voglia d’incuriosirmi su questo fantomatico kingdom hospital, data l’irreperibilità estrema del film.. o.0
    baci

    Nxero ha detto:
    5 agosto 2006 alle 07:49

    Se conservi un buon ricordo del primo “the Kingdom”, io consiglierei di lasciar perdere assolutamente il telefilm, che mi ha lasciato profondamente disgustato. Per quanto riguarda il documentario, grazie del consiglio!

    newlad ha detto:
    7 agosto 2006 alle 12:08

    the kingdom per è qualcosa di leggendario che prima o poi vorrei riuscire vedere… ricordo che lo proiettarano anche in italia… almeno a Milano da qualche parte lo proiettarono, sicuramente era un cinema d’essai… ricordo un mio amico cinefilo che lo andò a vedere… lo proiettavano in due giornate distinte, primo giorno metà e secondo giorno l’altra metà…

    Nxero ha detto:
    7 agosto 2006 alle 12:55

    Beh, la prima parte dura quattro ore e dovrebbe contenere i primi quattro episodi della serie ed è bellissima. Sulla seconda parte non posso esprimermi perchè non ho mai avuto la fortuna di vederla… il telefilm è una cosa ignobile che avrei preferito non vedere mai. Comunque, giudizio personale, vederlo merita assolutamente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...