Postato il

Il rapporto con l’estremo
 
“Let the people know that there is a real side, or real music where we’re not talking about fairy-tales and stupid-ness, we’re talking about what we see. The world is war right now, it’s not everyone jumping around, skipping and acting like little sissies. Everyone has to guard themselves, protect themselves and fight for what they need and I think death metal represents that”.
Mike Smith– drummer of Suffocation (citazione da resound, giornalino della gloriosa relapse records)
 
 Avere certi gusti musicali, che comprendono anche forme di musica estrema tipo death metal e grind core, presuppone anche esporsi ad una buona dose di malintesi. Personalmente fino a quando ero un adolescente le idee degli altri circa la mia persona mi scivolavano addosso come la pioggia su una tela cerata, crescendo ho dato a queste opinioni un po’ più di peso… insomma ascoltare bands che parlano di sbudellamenti e, a volte, anche temi anticristiani (non seguo comunque il black metal poiché siamo piuttosto distanti in genere e come concezione musicale, mentre questo discorso non è applicabile ai testi grind che, generalmente sono politici, ma chi li legge??) in un paese come l’Italia fa in modo che tu venga immediatamente etichettato in un certo modo e certi fatti di cronaca paiono anche dare ragione a chi lo fa. Ognuno ragiona come crede, ma mi sento di dire che chi generalizza commette sempre e comunque errori di approssimazione in eccesso ed in difetto.
 Io ragiono con la mia testa. SEMPRE. Nessuno finora è riuscito a plagiarmi e dubito che, con la diffidenza che ho nei confronti della razza umana tutta, qualcuno ci riuscirà in futuro. Se ascolto certe bands è perché innanzitutto ne apprezzo la musica, che è un fedele mezzo per scaricare la rabbia che accumulo durante il giorno (ed ogni giorno ne accumulo tanta, per mille motivi, basta guardarsi attorno… se vivete bene in questo mondo o siete degli ottusi o siete ciechi), trovo che certi generi musicali siano insuperabili in questo. Ho bisogno di sentire che non sono il solo ad indignarsi, a rodersi il fegato… ho bisogno di sentire che se spesso io sono obbligato a tacere c’è qualcuno che potrebbe spazzare via tutto al volume adeguato (YEAH!!!)… certo ci sono espressioni tecnicamente più elevate (vedasi il jazz, che comunque rispetto profondamente) ma non mi forniscono molto a livello emotivo e di “sfogo”…
 Mai stato toccato dal pensiero di atti di violenza: la trovo una cosa ingiustificabile a meno che si tratti di autodifesa, ascoltare uno che parla di sbudellamenti e smembramenti vari, mi fa solo sorridere come lo farebbe un film horror (non riesco ad averne paura, che volete…), mai stato sfiorato dall’idea abbracciare “culti alternativi”… non ho bisogno di essere sottomesso ad alcuna divinità, né di obbedire a leggi che non ho fissato io… ribadisco la mia indipendenza anche da queste cose sinceramente squallide. Può darsi che a volte mi diverta a provocare (una minima rivincita spero mi sia concessa) ma la realtà è questa per quello che mi concerne.
 Spero quindi di avere la fortuna di incontrare persone che almeno si prendano la briga di discutere con me delle mie convinzioni (pia illusione, temo), piuttosto che mettermi in bocca parole che non ho mai detto o affibbiarmi atteggiamenti che io sono il primo a deplorare con tutto me stesso. Sempre ammesso che non spaventi l’interlocutore avere a che fare con uno capace di ragionamenti propri e lontano da qualsiasi sciocca classificazione…
 
 
Annunci

2 pensieri riguardo “

    Gelso23Nero ha detto:
    25 agosto 2006 alle 10:37

    Penso che la maggior parte delle persone non arriverà mai a fare un ragionamento del genere.

    Nessuno si preoccupa di azionare il cervello…e di certo avere esempi di “nostri simili” che invece vengono più che plagiati dai loro idoli, di certo non aiuta, ma anzi da molta spinta al caro vecchio pregiudizio.

    Per quanto riguarda i testi e gli atteggiamenti dei musicisti ESTREMI, ne ho discusso anche con alcuni di loro.
    La maggio parte la pensa esattamente come “l’ascoltare intelligente”.
    Creano un certo tipo di musica con rispettivi testi, perchè è questo che la gente si aspetta. Niente di più…si tratta pur sempre di intrattenimento.

    Poi ci sono dementi come le Bestie Di Satana e il Sig.Burzum.
    E li’ ci sarebbe da aprire un capitolo a parte.

    Nxero ha detto:
    25 agosto 2006 alle 12:38

    Grazie ancora del commento…

    Tra l’altro lo spunto per questo post mi è venuto proprio rispondendo alle domande del test (tra l’altro: non sono solito rispondere a questi questionari, ma mi sono divertito a fare il tuo!!), mi sono accorto di non aver mai esplicitato la mia posizione in merito e mi sembrava fosse il caso di farlo… tanto più che hai ragione quando dici che la maggior parte delle persone non farà mai ragionalmenti del genere… allora tanto vale mettere le cose bianco su nero!!

    Un saluto,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...