Postato il

It follows
 
I thought I had left it behind
In another fucking time
When boys were boys, girls were girls
And faces were hard to find
 
It followed me
 
All the stupid thinking
The stupid people thought
The rules that we lived by
The friend that we bought
The ass hole with a strong arm
In the shape of floating friends
The young ladies
And their secrets
In the soap that never ends
 
I thought I had outrun it
When I crossed the tracks
I thought I had gotten away
When it tapped me on the back
 
It followed me
It followed me
 
[Minor Threat da “Out of step” Dischord 1983]
 
 Note compresse in uno-due-tre minuti e stipate in piccoli sette pollici che puzzano di vinile e di lucida rabbia. Ordinati, precisi, determinati: una voce che colpisce e si dilegua, schegge impazzite che schizzano in tutte le direzioni. Nichilismo cosciente che prende forma e consapevolezza, tenta di fissare un obbiettivo… almeno loro ci hanno provato.
 Mi andava di ricordare una minaccia minore quest’oggi.
Annunci

Un pensiero riguardo “

    Nxero ha detto:
    10 ottobre 2006 alle 14:52

    Alla faccia, se questi sono emo…
    😀
    Solo ad ascoltarli ti spettini!!!
    I Fugazi ancora annoavenì!
    Qui solo incazzatura, X sulle mani, hardcore, sangue e sudore!!

    Poi non sono io ad avere il monopolio sull’emo non mi permetterei mai 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...