Postato il

La cura
 
 Dopo una serata come quella di ieri sera dovevo depurarmi. E penso proprio di esserci riuscito. Grazie al tempismo dell’ eclettico bassista Maino (a proposito ma dov’eri???) io e l’Oltranzista veniamo a conoscenza di un concerto che si prospettava allettantissimo, i bravissimi Zu in concerto con Joe Lally dei Fugazi al Perché No? di Verbania. Il posto lo avevamo conosciuto anni prima quando lo stesso Maino, allora in forza con i grandi Adam7, ci aveva suonato in qualche occasione, tra le quali una a supporto degli El Guapo, che resterà nella storia. La vecchia sede era proprio nel centro del capoluogo del verbano, ed era veramente molto bella… uno “scantinato” con le volte ed i mattoni a vista che ha avuto tra gli ospiti più illustri anche un altro gruppo stimatissimo dal sottoscritto: i Converge (nientemeno che per il tour di “Jane Doe”!!).
 Ora la sede è cambiata e qui sta il bello! Per trovare il nuovo posto sudiamo le classiche sette camicie, fermando certi cani e padroni di cani, sbagliando strada e chiedendo, in fine, ad una barista di chiara origine slava il cui bar ci aveva incuriosito perché esponeva fuori il logo della birra di casa nostra: la Menabrea. In realtà il posto si trovava a nemmeno 300m da quel bar! A lato di una piazzetta si trova presso una struttura denominata “il Kantiere” la nuova sede del Perché No?. Ma procediamo con ordine: al nostro, sudatissimo, arrivo ci viene risposto che la band ha appena finito le prove e che, all’interno non c’è ancora nessuno. Adocchiamo immediatamente un bocciodromo lì vicino e decidiamo di fermarci per una grappa calda (in realtà quasi il nostro drink ufficiale), mentre Joe e gli Zu stanno cenando in un’altra sala, ci guardiamo attorno tra sbandati locali e giocatori di bocce, restando un po’ male quando ci accorgiamo che giocano sul sintetico e le bocce sono di un materiale non meglio identificato…
 Poi giunge il momento di entrare: facciamo la tessera (si tratta di un’associazione culturale) e due “madamin” ci aiutano a compilare i moduli (8€ per tessera e concerto… e scusate se è poco!), l’atmosfera ed il clima che si respirano sono come me li ricordavo: famigliari ed accoglienti ai massimi livelli, il posto risulta molto meno “rustico” della vecchia sede, ma probabilmente più attrezzato. La gente che frequenta il posto sembra molto aperta e socievole… aspettiamo qualche tempo chiedendoci che tipo di concerto andremo a sentire (non era chiaro come e con chi avrebbe suonato Joe), ascoltandoci i Tool, fumando Camel (io) e MS (l’Oltranzista) e compiacendoci dell’atmosfera. Poi Joe attacca con gli Zu… l’ambiente si scalda e si prende un po’ beffe del ex(?) bassista dei Fugazi, quando tenta di parlare italiano (“at least I try… shit!!!)… ed il concerto scivola via, la musica è piacevole, le ragazze ondeggiano i fianchi, la band è superlativa anche solo a supportare l’americano… l’oltranzista segue la performance rimanendo in piedi sopra una panca e, quando decide di scendere il concerto finisce… mi chiedo dove sia il banchetto-cd perché mi piacerebbe avere un supporto fonografico degli Zu e l’ Oltranzista mi fa notare che è stato allestito nel frattempo così entrambi torniamo a casa con un loro lavoro in mano per 12€ ciascuno! Un ragazzo ci informa che nei giorni precedenti gli erano stati rubati tutti i cd di Joe Lally, ma noi vogliamo quelli degli Zu! Mentre iniziamo a chiederci se la serata fosse finita lì, gli stessi artisti romani si rimettono al loro posto e incominciano il loro concerto.
 Con questa fanno tre volte che li vedo suonare e non smettono di impressionarmi per la loro bravura… dall’eccezionale Jacopo battaglia, batterista sicuramente tra i migliori che io abbia avuto occasione di sentire, al basso dai suoni impossibili di Massimo Pupillo, per finire con l’aristocratico sax baritono di Luca T. Mai. Bravissimi! Indiscutibilmente tra le migliori formazioni italiane. Questa volta si sentono maggiormente liberi di improvvisare e lasciarsi andare… tanto che Massimo buca anche l’insonorizzante sul soffitto col basso, lancia in giro cavi e smanetta con il suo amplificatore… questa serata si è rivelata una cura perfetta!
 Purtroppo, complice probabilmente una settimana di 6/14, il ritorno, tra la paura di sbagliare strada e la lunghezza, si riduce ad una lunga battaglia contro il sonno. Purtroppo ritornare alla realtà è sempre durissimo, dopo un concerto dei Tool, come dopo una serata del genere nella quale siamo riusciti a stare finalmente bene, nonostante i km che abbiamo dovuto percorrere per riuscirci (invidia massima nei confronti di coloro che sono venuti al concerto addirittura in bici!!!). Sulla strada del ritorno troviamo parziale conforto in un muffin double chocolate (grande invenzione eh, Oltranzista?) eppure domani la sveglia continua ad essere puntata alle 4 e 50 e a qualcuno tocca pure lavorare di domenica… senza contare gli scleri che dovrà affrontare al riaprirsi della settimana… che posso dire? In bocca al lupo, man!
Annunci

10 pensieri riguardo “

    drunkprincess ha detto:
    18 febbraio 2007 alle 16:07

    ehh…non esistono più i giocatori di bocce di una volta…

    [sugli zu, e noto anche sulle camel, siamo d’accordo]
    🙂

    buona settimana lavorativa!

    Nxero ha detto:
    18 febbraio 2007 alle 17:35

    Grazie infinite principessa… che bello che concordiamo sugli Zu! E alla fine anche sulle Camel (io però ESIGO il pacchetto morbido!!).

    Buona settimana anche a te!

    (ho notato che ogni tanto mi fai compagnia nelle levatacce!!)

    drunkprincess ha detto:
    18 febbraio 2007 alle 19:49

    scherzi?!? la sigaretta DEVE essere morbida, altrimenti non me la gusto!
    🙂
    ma, lasciando da parte gli apprezzamenti da tabagisti anonimi, sì ogni tanto mi alzo presto anch’io, (e lo odio profondamente da pigra quale sono) ma il primato va a te!
    (credi che al mondo ci sia un disgraziato che ti batte?)
    😉
    baci

    drunkprincess ha detto:
    19 febbraio 2007 alle 16:13

    P.S. (postumo) ho ascoltato su last fm The big Black degli orange goblin e nonostante avessi digerito la cena da un pezzo, stavo per vomitare quando il tizio ubriaco si diletta in quella sinfonia di signghiozzi e ruttini!!
    :O!!
    e poi non ho trovato nulla da scaricare degli om, ma sempre sul suddetto sito ho ascoltato The reassembled dream, ma da un solo pezzo non posso giudicare…
    🙂

    Nxero ha detto:
    19 febbraio 2007 alle 17:28

    Sì, sì il mondo è pieno di gente che fa 6/14… il peggio, da quel punto di vista è fare il panettiere o lavorare di notte, nonostante il mio vittimismo, quella gente mi batte di brutto!!!

    Che Ben Ward sia un ubriacone è poco ma sicuro, mi sta simpatico per quello! 🙂

    drunkprincess ha detto:
    19 febbraio 2007 alle 22:43

    ah lo so bene che c’è gente che fa orari assurdi, lo dicevo per sfotterti, per il gusto di farlo..
    🙂

    cin cin!

    utente anonimo ha detto:
    20 febbraio 2007 alle 11:02

    Azzzzzz!!!!!! ero inconsciamente seduto sul divanone del magnolia
    club bevendo gin-tonic e non sapevo di perdere la serata più importante del “perchè no” dopo
    che ti avevo avvisato io un mese
    prima?????

    Questo è il primo accenno di demenza senile.

    Maino

    ps mi cospargo il capo di cenere!

    Nxero ha detto:
    20 febbraio 2007 alle 16:47

    In effetti anche il Magnolia ha il suo perché… penso che probabilmente faremo un salto per i dozer!! Comunque a me la serata è garbata parecchio e avevo pure un cd dei Mastodon da darti!! Per inciso tra il pubblico c’era anche un certo Cesare… sarà per la prossima volta!!!

    Nxero ha detto:
    20 febbraio 2007 alle 16:48

    E’ un grande onore venire sfottuto da Lei, Principessa… Ahahah!

    utente anonimo ha detto:
    21 febbraio 2007 alle 08:16

    Ah grazie per il cd!!! peccato… C’era Cesare? ahahahahahaha!!!! Paura e Delirio al kantiere di Possaccio?!?!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...