Postato il

La Burcina

 Chi si è trovato a leggere, su queste pagine, posts inerenti il lavoro o la zona in cui vivo sicuramente si sarà imbattuto in battute sprezzanti, disapprovazione, termini altamente negativi e cose del genere. Sarebbe comodo ed ipocrita generalizzare dicendo che qui fa tutto schifo, per buona parte è così, almeno per quello che è il mio punto di osservazione, ma è anche vero che buona parte di queste considerazioni sono influenzate dalla mentalità della gente che vive qui, non dai posti in sè. Ci sono posti come la valle Elvo o l’alta valle Cervo da lasciare assolutamente senza fiato, c’é la riserva naturale della Bessa -assolutamente unica-, il malinconico lago di Viverone -con molteplici altre pozze d’acqua, più o meno grandi a fargli da contorno- e poi c’é la riserva naturale speciale "Parco della Burcina".
 Sorge nel comune di Pollone, ma risultà di proprietà del comune di Biella che provvede al suo mantenimento tramite uno specifico ente apposito. Ieri sera é una stata con poco da offrire: attendo diligentemente che i miei vadano a dormire e poi mi fiondo su un dvd che mi terrà sveglio fino circa alle 2.30, tardi, ma non essendo particolarmente stanco riesco a svegliarmi relativamente presto, tanto da evitare la calca e presentarmi in vetta alla collina che ospita il parco verso le 10.30.
 Purtroppo soprattutto gli impegni lavorativi, mi impediscono di fequentare il posto come ero solito fare anni addietro, nelle ore maggiormente libere dalla presenza umana. C’é qualcosa di magico tra gli alberi dei fazzoletti (di origine orientale e detti così perché, alla fioritura, si presentano come se avessero dei panni stesi sui rami), i cedri blu libanesi, le sequoie, le magnolie ed i rododendri.
 Il parco infatti nasce dall’amore per la botanica di un industriale biellese che iniziò a far importare alberi, anche a scopo divulgativo, durante il 1800, doveva essere estremamente strano trovarsi al cospetto con certe piante esotiche per persone che, assai difficilmente si erano mai spostate dal loro paesello d’origine.
 Personalmente lo ritengo un luogo ideale per il raccoglimento, la riflessione e la contemplazione di alberi arbusti e fiori assai affascinanti. Oltre alle specie più esotiche, come quelle che ho citato prima, vi sono anche esemplari secolari di faggio assolutamente imponenti, le onnipresenti betulle oppure qualche esempio di conifera nostrana. Di solito non mi faccio mancare un saluto alla pianta di Tasso, dalla quale si ricava un legno assai pregiato per lavori di ebanisteria (tempo fa veniva utilizzato anche per la fabbricazione di archi e balestre) e recante il sinistro epiteto di "albero della morte" in quanto, a parte una piccola parte del seme, risulta essere velenoso in ogni sua parte.
 La passeggiata dalla base alla vetta, sulla quale trova anche posto una torre detta "torre Martini" ristrutturata di recente, può durare una media di 40 minuti senza forzare assolutamente il passo e avendo come premio, una volta raggiunta la cima, una magnifica visione d’insieme sul biellese se si guarda verso il basso, oppure, guardando verso l’alto, un ottimo contatto visivo con il monte Mucrone, che viene spesso identificato con il profilo di una figura femminile dormiente. Chi fosse incuriosito da questo post può guardare, nella sezione media, alcune fotografie del parco scattate da me o digitare http://www.parcoburcina.piemonte.it.

Annunci

3 pensieri riguardo “

    drunkprincess ha detto:
    12 febbraio 2008 alle 00:22

    “Gli alberi hanno una vita segreta che si rivela solo a coloro che sono pronti a salirci.”
    Prima che sia notte di Julian Schnabel (2000)

    Nxero ha detto:
    12 febbraio 2008 alle 23:09

    Grazie per la citazione 🙂

    drunkprincess ha detto:
    13 febbraio 2008 alle 14:55

    non era una citazione ma un suggerimento. vedilo se puoi, non prometto faville ma è interessante, ti avverto però: genere biografico. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...