Postato il

Not just football…
 
Inner self
 
Walking these dirty streets
With hate in my mind
Feeling the scorn of the world
I won’t follow your rules
 
Blame and lies, contradictions arise
Blame and lies, contradictions arise
 
Nonconforminity in my inner self
Only I guide my inner self
 
I won’t change my way
It has to be this way
I live my life for myself
Forget your filthy ways
 
Blame and lies, contradictions arise
Blame and lies, contradictions arise
 
Nobody will change my way
Life betrays, but I keep going
There’s no light, but there’s hope
Crushing oppression, I win
 
Betraying and playing dirty, you think you’ll win
But someday you’ll fall, and I’ll be waiting
Laughs of an insane man, you’ll hear
Personality is my weapon against your envy
 
Walking these dirty streets
With hate in my mind
Feeling the scorn of the world
I won’t follow your rules
 
Nonconformity in my inner self
Only I guide my inner self
 
Mancava un bel post sui Sepultura… la cosa difficile è dire qualcosa di nuovo sul combo brasiliano, visto che bene o male tutti ne sanno su di loro. Personalmente feci la loro conoscenza in prima superiore, quando un compagno mi disse di aver sentito il disco di un gruppo brasiliano (era “Schizophrenia” per la cronaca) che pestava pesante, feci in modo di sentirlo, non senza una certa curiosità, mi sembrava quasi impossibile che un gruppo di metal brasiliano arrivasse a farsi sentire fino in Europa… mi presero letteralmente a calci, con ritmiche serrate e distorsioni pesanti… wow ero un loro fan! E poi venne “Beneath the remains” il disco dal quale “inner self” è tratta… un disco mitico per tanti motivi: lo zampino di Monte Conner (leader della Roadrunner pressoché agli esordi) e soprattutto di Scott Burns (devo proprio dirvi chi è?) che è al suo esordio qui come produttore, per di più al di fuori dalle mura dei leggendari Morrisound studios di Tampa (più tardi diverranno un punto di riferimento per il death metal made in USA) visto che il disco fu registrato a Rio de Janeiro. La leggenda vuole che Max Cavalera per pagarsi il biglietto per gli Stati Uniti, dove avrebbe distribuito alle case discografiche (tra cui, ovviamente, la Roadrunner) copie di “schizophrenia” a scopo promozionale, sia stato costretto a vendere parte dei suoi vinili ad un amico che lavorava per una compagnia aerea… un sacrificio doloroso, ma ne è decisamente valsa la pena.
 
[questo post è dedicato a Boltzmann, se passa di qua, che cita questa canzone in continuazione ed all’amico Tapis –poofs rules!!- che mi ha lasciato un commento ieri]
Annunci

5 pensieri riguardo “

    utente anonimo ha detto:
    16 gennaio 2006 alle 15:42

    •••{Dåv€J.Wå®ñ€®}•••
    Grande disco Schizophrenia, io ho tutti i loro dischi, tranne da NATION in poi. Ma non perchè odio il cantato di Derrick, anzi..ascoltalo LIVE e vedi che sfaceli che combina! Più che altro le canzoni hanno preso una piega troppo thrash-core per i miei gusti. Schizophrenia, insieme a BENEATH e ARISE, ROOTS e CHAOS AD, sono i dischi immortali dei SEPUsboyz..E pensare che molte bands oggi suonano gnù metal grazie a songs come quelle dentro ROOTS …ehh..la vita..Ah, Xero..hai mai visto il dvd THIRD WORLD CHAOS???
    •••{Dåv€J.Wå®ñ€®}•••

    ABCoNsOrTiUm ha detto:
    17 gennaio 2006 alle 00:12

    Grande come sempre Nxero! E grandi i Sepultura 🙂
    Ma il template che fine ha fatto??? ^^”””””””

    Nxero ha detto:
    17 gennaio 2006 alle 15:23

    No non possiedo nessun dvd dei Sepultura… comunque penso che “Nation” sia decisamente il migliore del (sigh!) nuovo corso. Grazie infinite AB, i cambi di template non dipendono da me…

    utente anonimo ha detto:
    18 gennaio 2006 alle 11:32

    Oh grazie… Ti sto mandando una mail, c’è un link per scaricare le foto del raduno 2CV di Ferrere d’Asti 2004. Ocio che è “temporizzato”, dopo qualche giorno scade!
    Boltzmann

    OzzyRotten ha detto:
    19 gennaio 2006 alle 17:49

    Io i Sepultura li imparai a conoscere ascoltando “Arise” e ne rimasi folgorato. Poi, dopo aver acquistato “Chaos A.D.” non me ne sono più separato. La loro mistura di suoni tribali e death-thrash era veramente esclusiva.

    Quelli da “Roots” in poi, a dire il vero mi piacciono poco. Per quanto mi riguarda i Sepultura erano Max Cavalera che andatosene, ha lasciato i compagni orfani.

    dal buio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...