Postato il

 

Apologia di una leggenda (ovvero: Never marry a manager)

 Non ho mai voluto guardare gli Osbournes. Ne ho viste alcune puntate, ma non li ho mai veramente voluti guardare. Come diceva un blogghe fratello i figli di Ozzy sono deficenti, la moglie è una signora che non voglio definire e lui è un vecchietto rincoglionito in tuta. Chi mi conosce mi starà prendendo per pazzo. No, non è una mia prerogativa quella di negare la realtà dei fatti (cosa che invece i fan di Vasco fanno regolarmente da tempo…), ma ho anche il sacrosanto diritto di dire: ECCHISSENEFREGA? Non mi interessa la sua vita privata, se il cane gli caga sul tappeto o quant’ altro! Quel che mi interessa è che quest’uomo è una leggenda che ha cambiato la storia della musica e se è vero che il termine “Heavy Metal” fu preso da un giornalista americano da un libro di Burroughs per definire il suono dei Blue Oyster Cult, è altrettanto vero che oggi di questa musica non ci sarebbe notizia senza i Black Sabbath! Indi Ozzy, Tony, Geeezer e Bill hanno tirato fuori un suono ed espresso delle sensazioni che prima in pochi avevano appena abbozzato. Non che siano dei geni musicali, ma diamo a Cesare ciò che è di Cesare: senza di loro un mondo intero non esisterebbe nemmeno… ed i gruppi di metal sono migliaia sparsi per tutto il mondo. Possono piacere o meno, risultare pacchiani, quello che volete MA ESISTONO! Quindi nessuno può permettersi di ignorare l’importanza (fondamentale) dei quattro ragazzi di Birmingham che cominciarono a suonare chiamandosi Earth e che fecero uscire il loro primo LP (ah, c’era una volta il vinile!) venerdì 13 febbraio 1970 per terminare la loro grandiosa cavalcata alle porte degli anni ’80 con all’attivo 6 dischi superlativi, almeno. Oltre a questo Ozzy fece anche uscire due album con lo sfortunato chitarrista Randy Rhoads (bless you, riffmaster!) che definire supremi è riduttivo, per non parlare del live “tribute” che il nostro ebbe l’intelligenza di far uscire ad anni di distanza dalla tragica morte del chitarrista… mi stordisce solo scriverne. Poi la sua vita artistica continuò per anni con dischi dignitosi senza eccessive cadute di stile… fino all’ultimo sciagurato periodo ed alla maledetta serie tv-raschia-barile la quale sembra ora essere l’unica cosa che il nostro abbia mai fatto. LA COSA MI SECCA OLTRE IL DICIBILE, se non si fosse capito e vorrei che fosse concesso al nostro di passare una vecchiaia dignitosa, se non altro… se non volete concedergli altro, concedetegli almeno questo! Adesso mi è venuta una gran voglia di pisciare su Fort Alamo: “You can’t kill rock’n’roll” forever.

Annunci

Un pensiero riguardo “

    mr.roark ha detto:
    9 novembre 2005 alle 12:49

    bisognerebbe uccidere con il topicida gli amici dei figli degli osbourne

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...