Postato il

We Hate Everyone
 
Right wing commies
Leftis nazis
Point their finger
Rumors linger
 
We don’t care what you think
 
Brandes sexist
Labelled racist
Want it clearer ?
Check the mirror
 
We don’t care what you think
 
Lies and slander in vain try to shame us
Riots, protests, violence just makes us famous
TV interviews, free publicity
Increase records sales dramatically
 
The left say I’m a fascist
The right calling me a communist
Hate hate hate hatred for all
One and all
No matter what you believe
Don’t believe in you
And that’s true
 
Some would say we’re biased
Accusations that we are racists
Well shit comes in all hues
Now this means you
Cause things ain’t always like they seem
Like they seem
 
We hate everyone
We don’t care what you think
 
[Peter Steele, che simpatico umorista!]
 
Essere unici non è un crimine, tentare di ingabbiare le persone in compartimenti stagni per poterle avere sottocontrollo, con la malcelata scusa della coerenza, questo è un crimine! Ad ognuno la sua comoda etichetta. Le forme sottili di controllo si insinuano, come nano-sonde sotto pelle. I pensieri concepiti da altri irrompono violenti dall’esterno, sotto la comoda coltre del conformismo. Confondersi nella massa informe, soffocare i neuroni… ed il sonno della ragione genera mostri. Vigilate gente, vigilate!
Annunci

15 pensieri riguardo “

    utente anonimo ha detto:
    26 gennaio 2006 alle 17:23

    attento caro anticonformista a non andare oltre.
    perche’ , se ritengo cosa onorabilissima e doverosa il difendere la propria indipendenza intellettuale, ritengo altresi’ che troppo sovente questa difesa oltrepassi il giusto limite del rispetto verso chi e’ conformista, che, come dice il ragionamento stesso, rappresenta comunque la maggior parte della popolazione.

    Bxianco

    utente anonimo ha detto:
    26 gennaio 2006 alle 17:38

    (voce di madama con forte accento di carmagnola):
    ” mi scusi ne’, ma il rumors linger l’e’ il suono che produce una gazzarra di virili spade d’uomo?”

    un tapis antonelliano

    Nxero ha detto:
    26 gennaio 2006 alle 19:14

    Bxianco:…conosco i miei limiti… e SO che ci sono dei limiti. La questione però è: siamo sicuri che chi è conformista meriti sempre e comunque rispetto?! Non si ha ragione SOLO per il fatto di essere in tanti… almeno secondo me…

    Tapis: non so cosa rispondere, bisognerebbe provare :))!

    Nxero ha detto:
    26 gennaio 2006 alle 19:23

    Dimenticavo: Personalmente rispetto un’opinione quando riesco ad intravvedere il ragionamento che l’ha generata, che io sia d’accordo o meno, spesso però si formula un’opinione semplicemente accodandosi… questo è deleterio ma comodo.

    utente anonimo ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 08:12

    I Type O Negative secondo me insegnano proprio questo. Essere consci della propria diversità e fare dello humor (quello nero) la propria spada. Prendersi troppo sul serio non fa bene; ma nemmeno farsi prendere per il culo.
    Le preoccupoazioni di Bxianco non sono rilevanti in quanto sono convinto che sia chi ha creato questo blog che quelli che lo frequntano sanno benissimo quali sono i limiti. E’ anche chiaro che sernza una sana e buona provocazionie non ci sarebbero discussioni interessanti come questa.

    “Non si ha ragione SOLO per il fatto di essere in tanti”.
    D’accordo al 100% amico mio.

    Xandrox

    mr.roark ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 13:51

    io nn ho rispetto per gli anticonformisti figuriamoci per i conformisti

    utente anonimo ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 15:02

    Diu bun sa fioca!

    un tapis metereologo

    P.S. io non ho rispetto per Mr Roark

    Nxero ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 15:12

    Beh, nemmeno io ho rispetto per Mr. Roarche, se è per questo!

    Nxero ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 15:13

    Xandrox siamo d’accordo una volta di più…

    mr.roark ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 15:23

    io nn ho rispetto per voi due…e ogni volta che vi vedo ve lo dimostro

    Nxero ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 15:26

    Ce ne eravamo accorti :))

    utente anonimo ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 16:59

    neanche Chuck Norris ha rispetto per Mr Roark

    Tapis

    mr.roark ha detto:
    27 gennaio 2006 alle 19:36

    …e noooo diobestia chuck norris noooo!!!

    utente anonimo ha detto:
    28 gennaio 2006 alle 18:47

    TOLLERANZA ZERO per tutti! buoni e brutti e belli e cattivi…
    ma ora che ci penso, soprattutto i brutti. i type o negative sono forse l’ultima band che abbia VERAMENTE qualcosa da dire, sia musicalmente sia concettualmente.
    e’ quello che continuo a pensare in questi giorni. e ho capito cosa amo nelle bands: il grottesco. danzig é serissimo, ma grottesco. i type o N sono grotteschi, i the 69 eyes lo sono.
    quello che intendo io per grottesco é una commistione di drammatico e buffo allo stesso tempo.

    finalmente qualcuno che cita un’artista entusiasmante!
    bravo Nxero!

    Lord K

    Nxero ha detto:
    29 gennaio 2006 alle 14:09

    Non la metteri giù così dura… nel senso che ci sono ancora bands con qualcosa da dire, non tante come una volta… ma ci sono. Peter Steele è un maestro quando si tratta di sarcasmo ed ironia nera, anche se a parer mio è possibile riscontrare una certa stanchezza a livello musicale, lui resta uno dei pochi ad abbattere i muri con un sorriso. Io, generalmente apprezzo un gruppo quando riesco a riconoscermi in esso, e spesso il resto passa in secondo piano… grazie del commento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...