Postato il

Ancora Zu

 …Chi segue questo blog con assiduità, conosce sicuramente la passione del gestore per quel trio romano che risponde al nome Zu, oramai la familiarità -da spettatore, si intende!- col gruppo capitolino del sottoscritto è diventata elevatissima, avendo io seguito i loro concerti nei posti più disparati (Verbania, Milano, Torino e, venerdì sera, Romagnano Sesia) ed in compagnia di diversi personaggi (da Mike Patton a Joe Lally dei Fugazi, tanto per citarne un paio) e, dopo un’ assidua frequentazione posso sinceramente dire che, a mio modestissimo avviso, sono la più fulgida realtà musicale italiana: un gruppo capace di stupire di concerto in concerto, confermando la propria bravura e continuando ad impegnarsi senza sosta ed essendo soprattutto in grado di costruirsi un proprio stile fatto di personalità e dedizione, collaborando anche occasionalmente con grandi nomi della musica come Steve Albini e lo stesso Patton, per il quale ora incidono.
 Come non elogiarli? Di volta in volta impressionano, di volta in volta migliorano e diventano più convolgenti. Da subito mi colpì Jacopo Battaglia alla batteria: preciso, potente e nervoso come pochi batteristi al mondo, uno che non si risparmia mai, poi spostai l’attenzione su Massimo Pupillo al basso… un altro elemento incredibile per i suoni che è in grado di cavare fuori da quelle quattro corde. Venerdì mi ha colpito invece Luca T. Mai al sax baritono, usato sia propriamente parlando che come anomalo strumento a percussione… è stato grande! Le sue note grevi, assolutamente avvolgenti si inabissavcano nel condotto uditivo con sommo gaudio, al punto tale da indurre l’Oltranzista ad ipotizzare una sua prossima collaborazione con i Sunn 0))) al posto di Steve Moore!
 Dal canto mio mi sono lasciato andare a una danza scomposta e liberatoria che mi ha liberato di molta della tensione accumulata nell’ultimo periodo, un vero tarantolato: ho iniziato con le prime battute e non sono più riuscito a smettere, in un posto nuovo (nel senso che non c’ero mai stato ed ha cambiato nome da poco) che terrò d’occhio perchè ha delle gran potenzialità sulla carta, speriamo arrivino presto altri concerti interessanti e che i gestori risparmino un pò meno sul riscaldamento!
 In ogni caso sia reso onore agli Zu.



[fonte: http://italia.allaboutjazz.com, Claudio Casanova]
Annunci

Un pensiero riguardo “

    sysalvichipuo ha detto:
    29 dicembre 2009 alle 13:43

    grandissimi Zu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...