Postato il

Street Crab
 
First I’ll panic quick and listen
To advice
Agree to anything and try to be
Too nice
Then my skin flakes, another allergy
I’m not making sense, just
Ignore me
 
Thirst I had at last
Run the water
Shut my mouth and run past
What’s the matter?
Street crabs buy in fast
Infect the water
 
Safe and sound like the perfect food
Ice the beer, it’s easy to feel good
What was that you said? I thought
I heard my name but
Every street crab will push the
Vowels the same
 
Thirst I had at last
Run the water
Shut my mouth and run past
What’s the matter?
Street crabs buy in fast
Infect the water
 
[Helmet da “Betty” Interscope1994]
 
Tutte le volte che penso agli Helmet, mi rendo conto di quanto ingiusto può essere il fato. Il loro repertorio (così come quello dei Prong) ha subito, da parte di Nu-metallers (blah!) vari, un’opera di saccheggio degna di un’invasione barbarica. Nervosi, tesi, rabbiosi e metropolitani come poche altre band hanno sputo essere, le loro ritmiche sbilenche ed incazzate, l’urlo pulito di Page Hamilton non lascia dubbi: loro erano la musica dello stress e del malessere di chi è ingabbiato. Memorabile anche una jam-session con i Sepultura, sul palco del festival Sonoria di Milano, quando c’erano solo loro due a salvarne il bill…
Beh, sappiate che ancora c’è chi si ricorda di voi (e non sono solo io visto che su “Prophecy” dei Soulfly c’è la cover della mitica “In the meantime”!!!) nonostante abbiate fatto l’errore di tentare il ritorno sulle scene (esattamente come i Prong… che caso, eh!).
Annunci

2 pensieri riguardo “

    utente anonimo ha detto:
    26 febbraio 2006 alle 11:39

    Già, che mi diresti tu del ritorno dei Prong? Io non l’ho sentito, avevo una traccia sola ma non mi prendeva.
    Boltzmann

    Nxero ha detto:
    26 febbraio 2006 alle 16:58

    Presonalmente ti consiglierei di starne alla larga… sigh! Non che sia un brutto disco ma… diciamo che secondo me hanno perso molto in perasonalità spingendo troppo sull’aggressività, sarà anche che non ci sono più Ted Parsons e Mike Kirkland, e Tommy Victor non è nemmeno riuscito a risollevare le sorti dei Danzig (c’è anche lui in “Circle of snakes”)… sigh e ancora sigh!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...