Dubbio del giorno: Odino, la caccia selvaggia e la fine del mondo!

Postato il Aggiornato il

Arbo Åsgårdsreien
Åsgårdsreien

Durante il mio viaggio ad Oslo e, specificatamente alla Nasjonalgalleriet, sono entrato in contatto con questo quadro, che il pittore norvegese Peter Nicolai Arbo (1831-1892) dipinse nel 1872, e che rappresenta la caccia selvaggia di Odino. La leggenda dice che il padre degli dei nordici infatti discende sulla terra sul suo destriero nero ad otto zampe Sleipnir con il suo corteo, composto di valchirie, morti in battaglia, segugi e battitori (più indietro, nel quadro, è possibile anche scorgere Thor con il fido martello Mijollnir), per 12 notti successive al 21 dicembre, altrimenti noto come solstizio di inverno. Chiunque venga raggiunto dalla battuta di caccia sarà condotto nel regno dei morti. Possibile che si sia messo d’accordo coi colleghi d’oltreoceano Maya?

(Per chi se lo stesse chiedendo: sì è lo stesso quadro posto in copertina di “Bood Fire Death” disco dei Bathory del 1988)

Annunci

4 pensieri riguardo “Dubbio del giorno: Odino, la caccia selvaggia e la fine del mondo!

    rocco ha detto:
    11 dicembre 2012 alle 15:18

    in realtà il mito folklorico della Wilde Jagd (o caccia selvaggia) non rappresenta la fine del mondo, ma solo la comparsa dell’armata delle tenebre nelle 12 notti più buie dell’anno. Se vuoi fugare (in modo letterario e fantastico) il tuo dubbio sulle analogie tra la caccia selvaggia e i Maya (come popolo, non come profezia) leggiti il bel racconto di H.P. Lovecraft chiamato “il Tumulo” o “K’n-yan”, dove lo scrittore da una sua possibile soluzione. Se vuoi fugare i tuoi dubbi in modo più scientifico e antropologico invece ti consiglio il bel libro “Il Mulino di Amleto” di De Santillana e Von Dechend.

    nxero ha risposto:
    11 dicembre 2012 alle 20:02

    …la comparsa dell’armata delle tenebre comporta che chiunque si trovi sulla loro strada venga portato nel regno dei morti, mi pare che l’analogia con la fine del mondo non sia una cosa così campata in aria, almeno a me…
    Circa Lovecraft sono d’accordo, mentre per “Il Mulino Di Amleto” il suggerimento è senz’altro bene accolto!

    rocco ha detto:
    11 dicembre 2012 alle 21:25

    personalmente non vedo la Wilde Jagd come una cosa così definitiva come l’apocalisse ovvero la distruzione di un intero mondo ! Poi conta che nelle notti d’inverno del medioevo, periodo in cui era forte questra credenza, non doveva esserci questa grande multitudine di persone fuori di notte … 😉

      nxero ha risposto:
      11 dicembre 2012 alle 21:32

      Sì certo capisco il tuo punto… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...