39°

Postato il

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=C3tCzwQRTlw]

Non posso stare qui, non voglio stare qui.

Quattro giorni in braccio alle scariche elettriche. Quattro giorni tra le convulsioni toraciche. Il delirio tra le lenzuola e la testa che esplode. Il tremore che si incunea tra muscoli ed ossa, io sono qui sepolto dal calore e dal gelo. Posseduto da un piccolo parassita aggressivo ed esigente. Tagliato fuori da tutto: la trachea graffiata, i timpani fischianti, gli occhi che esplodono. Anchilosato dalla stasi, sopraffatto dalla noia. Finirà.

Annunci

8 pensieri riguardo “39°

    Scribacchina ha detto:
    7 gennaio 2013 alle 15:05

    Mai sentito di una febbre che sia in grado di abbattere Nxero 🙂

    Buona guarigione 🙂

      nxero ha risposto:
      9 gennaio 2013 alle 19:33

      Chissà perchè WP si era “mangiato” simpaticamente il tuo commento… chiedo scusa per il ritardo! Comunque 5 giorni a tachipirina e febbre oltre i 38° non sono una passeggiata per nessuno. Ho ancora qualche postumo, ma ce la posso fare. Il peggio, a quanto sento, è che in pochissimi passano indenni…

      Comunque Grazie a te 😉

        Scribacchina ha detto:
        9 gennaio 2013 alle 19:56

        Che scusarsi? Non hai idea delle notifiche che WordPress non mi ha mandato (adesso poi che il pannello cambia praticamente ogni giorno,peggio che mai…) 🙂 felice di sapere che stai bene e che sei quasi rimesso in sesto…mi raccomando non spargere i bacilli in giro perché non ho nessuna intenzione di influenzarmi 😀

        nxero ha risposto:
        9 gennaio 2013 alle 20:54

        In effetti sta diventando un macello questa piattaforma ultimamente.
        Bah, magari sopravvaluti il mio raggio d’azione! Comunque quest’influenza non la auguro proprio a nessuno, 5 giorni con la febbre alta non sono esattamente una bella esperienza.

    iosonocomete ha detto:
    7 gennaio 2013 alle 15:45

    Cos’era questo pezzo. Consegnato alla storia nella sua magnificenza, tanto immaginifico e spettrale… Cos’è questo pezzo, è più corretto dire…

    Auguri per una rapida guarigione 🙂

    nxero ha risposto:
    7 gennaio 2013 alle 21:09

    I primi tre (se vogliamo considerare anche “12/05/1987 Aprite i vostri occhi” e “Pirata”, i primi cinque) dischi dei Litfiba, rimangono una incredibile testimonianza di come fosse possibile scrivere musica interessante e pregna di contenuti anche nel nostro paese ed al di fuori del cantautorato. Bei tempi. E pensare che la maggior parte della gente ignora qualsiasi cosa prima di “El Diablo”!

    Grazie, ci sto lavorando 😉

      iosonocomete ha detto:
      7 gennaio 2013 alle 23:00

      E pensare che io stessa, ho ricevuto in dono proprio El Diablo per primo! (lo so, è roba da vergognarsi, ma proprio tanto…).. poi mi comprai tutto il resto … bei momenti di gioia!
      Domanda per quando starai meglio: cosa pensi di questa nuova interpretazione che verrà fatta egli album della Trilogia?

      firmato ex fan (ma proprio ex)

    nxero ha risposto:
    8 gennaio 2013 alle 10:50

    Vabbeh, oddio, non è una vergogna, io stesso li scoprii con “Pirata”, quindi… Credo che l’anagarafe sia un fatto dal quale, comunque, non si possa prescindere. Inoltre da “Pirata” in poi i loro lavori furono spinti molto di più dalle case discografiche, quindi è fatale che quei dischi raggiungano prima il pubblico, benché siano di una qualità scandalosamente inferiore. La cosa grave, a mio modo di vedere, è non prendersi nemmeno la briga di informarsi su quello che è venuto prima! Perdendosi in tal modo un tassello fondamentale del rock italiano, oltre che un pezzo di storia delle etichette indipendenti (la I.R.A. fu una delle più importanti realtà in tal senso…).
    Circa la reinterpretazione non lo so… avrebbe forse senso una serie di concerti nei quali riproporre i primi tre lavori, ovviamente con gli arrangiamenti ORIGINALI!, avendo cura di coinvolgere però anche Maroccolo (dopo tutto questo tempo si può anche seppellire l’ascia di guerra!) e Aiazzi, anche perché è giusto mantenere vivo il ricordo di un periodo e di tre dischi straordinari, anche per chi non c’era. Temo tuttavia che l’operazione avrà tutt’altro spirito e non oso nemmeno immaginare che scempio potrebbe venire fuori da nuovi arrangiamenti… 😦
    Tuttavia continuo ad essere un grande fan di quei tre lavori 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...