Alzati e cammina!

Postato il

Walk
Walk

Alzati e cammina. Davvero. Dopo aver subito una delle influenze più devastanti degli ultimi anni, ti eri un po’ seduto diciamolo. Inquietanti postumi che serpeggiano per settimane, naso tappato a tratti, mal di testa e dolori di varia natura ed in varie zone del corpo. Basta! Insomma, era tempo di riprendere le sane vecchie abitudini: camminare! Poche altre cose mi rimettono in pace con me stesso come camminare.

In qualsiasi condizione meteo, attraverso paesaggi conosciuti e sconosciuti, un piede davanti all’altro. Lungo strade grigie di ghiaia o nere d’asfalto, il ritmo dei piedi si propaga. Sotto un cielo terso o gonfio di nuvole nere, il respiro ossigena la mente. Attraverso paesaggi familiari o sconosciuti, lo sguardo si muove tra case e prati, saluta animali e spiriti. Nelle orecchie musica, sempre assieme, come compagni inseparabili, ormai da anni.

Come per le passeggiate a due ruote, prediligo il lato meditativo, spensierato. Fatto di vestiti comodi e spesso improponibili, di un passo dalla cadenza libera e della vena contemplativa che pare accompagnare ogni scoperta tra la terra ed il cielo. Ed essere ritenuto almeno strano! Alla faccia delle squallide figure che attraversano, correndo, il paese attrezzate di tutto punto!

Annunci

4 pensieri riguardo “Alzati e cammina!

    beta endorphin ha detto:
    28 gennaio 2013 alle 17:41

    Anche a me piace molto camminare, ma non in qualsiasi condizioni meteo. Dato che non tollero passeggiare sotto la pioggia e bagnarmi inevitabilmente le gambe.
    Ciao e buona serata!:D

      nxero ha risposto:
      29 gennaio 2013 alle 08:58

      A me piace l’idea di non farmi fermare da qualsivoglia condizione meteo. Infatti non mi fermano, salvo poi buscarsi influenze epiche 😀
      Un saluto e buona giornata a te!

    Scribacchina ha detto:
    28 gennaio 2013 alle 18:05

    Le influenze toste lasciano sempre il segno… vedo con piacere che ti sei rimesso 🙂

    Dalle mie parti pensare di camminare decentemente e senza rischiare i polmoni è un po’ un’utopia, eppure è pieno di intrepidi camminatori patiti del bordo strada, ovviamente griffati Patagonia, North Face, Salewa e parenti stretti… de gustibus, non so cosa si respirino ogni giorno! 🙂

      nxero ha risposto:
      29 gennaio 2013 alle 08:56

      Ci si prova. Una delle poche cose che salva il biellese è il fatto che in pochi minuti ti puoi infilare in un bosco e dimenticarti del mondo, oltre al fatto di respirare aria pulita!
      Circa l’abbigliamento la cosa non mi tocca, di solito mi metto gli scarti della catena low-price decathlon 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...