Il boy-scout radioattivo!

Postato il Aggiornato il

Dabid Hahn, il boy-scout radioattivo.
David Hahn, il boy-scout radioattivo.

Una faccia che è tutta un programma, David Hahn il boy-scout radioattivo. All’età di 17 anni nel 1994, il suddetto, dopo aver a lungo pasticciato con vari elementi chimici, decide che, per salire di grado nel rango dei boy-scout, avrebbe dovuto dare un contributo decisivo alla ricerca sulla fissione atomica nel garage di sua madre.

Voleva costruirsi un vero e proprio reattore nucleare! Il problema più grande era procurarsi la materia prima: girava in macchina con un contatore geiger per scoprire poco probabili fonti di uranio, estraeva il torio dalle lampade per campeggio, l’americio dai rilevatori di fumo, il radio da certi orologi ed il litio dalle batterie per poter purificare, con un metodo piuttosto rudimentale che includeva l’uso dei becchi bunsen, il torio stesso.

Inutile dire che il suo rango negli scouts aumentò fino al grado di Eagle scout, ma la cosa gli costò cara: intanto nessun risultato apprezzabile fu mai raggiunto, se non quello che, quando la polizia arrivò a sequestrare il suo laboratorio, il tasso di radioattività era circa 1000 volte la dose normale. Il nostro non era nuovo al mettere a repentaglio la propria salute per onore della scienza, tempo prima aveva infatti tentato di aprire una confezione di potassio puro forandolo con un cacciavite: gli estrassero scaglie di plastica dal globo oculare per mesi. Eppure stavolta aveva esagerato! La polizia non poteva arrestarlo perché la legge non prevedeva che le sue azioni fossero reati, non stava costruendo una bomba atomica ma, in fondo, nemmeno facendo una passeggiata di salute. Lo lasciarono andare dicendogli che l’avrebbero tenuto d’occhio.

Tempo dopo decise di arruolarsi in marina con la speranza di finire nei sottomarini nucleari. Inutile dire che lo presero ma non lo lasciarono mai avvicinare ai reattori e, quando tornò, dopo aver vissuto un po’ di espedienti, riusci finalmente a farsi arrestare poiché fu sorpreso a rubare ancora rilevatori di fumo, sempre per l’americio… i suoi precedenti non contribuirono certo ad alleviargli la pena. L’arrivismo, sia pure confinato all’ambito scoutistico, non è certo una bella cosa!

Fonti: Sam Kean da “Il cucchiaino scomparso” e wikipedia

Annunci

2 pensieri riguardo “Il boy-scout radioattivo!

    Scribacchina ha detto:
    8 febbraio 2013 alle 22:10

    Questo è totalmente pazzo…….. 🙂

    nxero ha risposto:
    8 febbraio 2013 alle 22:37

    In realtà avrei potuto tranquillamente mettere solo la foto, ma mi sono appassionato alla storia… 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...