Leggere

Sguazzare nel buio

Postato il

Invochi il buio ed il buio arriva. Inquietante. Un buio culturale intendo, mentale forse. Sono completamente assorbito da altro, altro che non sia leggere o scrivere, fortunatamente la musica si salva ma anche lì c’è un po’ di crisi. Intanto, tra improperi vari, mi lascia desolato il panorama concertistico, almeno delle due città vicino alle quali vivo: tutto sembra piuttosto morto, a Torino e Milano mancano solo i coyote che ululano e le balle di fieno che rotolano. Certo, ci sarebbe la festa dei solo macello il 25, ma al Magnolia (leggasi: altra parte della città) e di martedì? Rischio di non riprendermi mai più! A parte questo nulla che mi vada veramente di vedere…

E invece con la scrittura e la lettura non so cosa succede, comunque vado a periodi alternati da sempre, oltre a questo una simpatica febbre quasi fuori stagione, mi ha tenuto occupato una settimana e tossicchio ancora adesso. Almeno si prospetta all’orizzonte un viaggio tributo in Svizzera con l’Oltranzista per testimoniare il nostro cordoglio per H.R. Giger al Giger Museum. Dobbiamo organizzarci e quella è sicuramente la parte più macchinosa, anche perché siamo un po’ a corto di mezzi. Speriamo di farcela. Prima o poi riuscirò anche a scrivere buio invece di buoi.

Come avrete capito le idee al momento latitano e, ciliegina sulla torta, ho in testa una canzone tamarrissima di oscuro nu-metal… al diavolo:  dopotutto se si chiama xerosignal un motivo ci sarà.

Let them bodies hit the flooooor!