Sleeping My Day Away

The devil’s at work inside my brain!

Postato il

L’anno nuovo si apre all’insegna della pigrizia compositiva, nessuna idea, nessuna notizia e nessuna recensione. Zzzz… Zzzz.  Qui sonnecchia tutto come sepolto dalla neve, nessun segno apparente di attività. Anche se non mi importa e non mi è mai importato delle convenzioni temporali (e sono straconvinto che non ci sia nulla da festeggiare il primo di gennaio, come del resto nella maggiorparte delle feste comandate che, mi si perdoni, faccio del mio meglio per non onorare) sono arrivato a questa data senza nulla da scrivere.

Poi mi è venuto in mente questo gruppo danese i DAD, costretti ad usare l’acronimo di “disneyland after dark”, per evidenti motivi e del loro brano “sleeping my day away”, della loro attitudine scanzonata, del basso a due corde di Stig Pedersen, del discreto successo che ebbero nei primi anni ’90. Personalmente mi sono sempre stati simpatici  ed il brano parla di un personaggio che dorme di giorno e vive di notte, mentre il diavolo è al lavoro nel suo cervello… quindi qualcosa mi verrà da scrivere prima o poi!

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=qXIR2AH9zng]